Ricerca























banner_domiciliazioni_largo_diritto_amministrativo.jpg
mod_vvisit_counterOggi277
mod_vvisit_counterDal 12/06/094172525
magistratura_esame_avvocato_2012_2013.jpg

domiciliazioniprevprof.jpg
























CERCA SU QUESTO SITO

Ricerca personalizzata

 

compendio_amministrativo_caringella.jpg compendio_amministrativo_casetta.jpg  corso_diritto_amministrativo_rocco_galli.jpg  manuale_diritto_amministrativo_chieppa_giovagnoli.jpg

 

MANUALI E COMPENDI DIRITTO AMMINISTRATIVO 2012
Galli - Caringella - Casetta - Giovagnoli - Garofoli
ORDINA ON LINE IL TUO TESTO

ricorso tar accesso
Il ricorso al TAR (munito di giurisdizione esclusiva) in materia di accesso riguarda i provvedimenti di diniego tacito o espresso o di differimento dell'istanza ostensiva. Il ricorso al TAR avverso il diniego o il differimento dell'accesso deve essere promosso nel termine di trenta giorni dalla comunicazione del provvedimento o dalla formazione del silenzio diniego. Il procedimento segue con l'onere di deposito del ricorso (da notifcarsi ai controinteressati individuati o facilmente individuabili) nel termine di trenta giorni dall'ultima delle notifiche. Il TAR si pronuncia in Camera di Consiglio entro il termine di trenta giorni dalla scadenza del termine per il deposito del ricorso. Il diritto d'accesso può esperirsi in via giudiziale incidentale con istanza da presentarsi al Presidente del TAR investito dell'impugnazione del provvedimento cui si riferisca l'istanza ostensiva icidentale (cfr. l'art. 2, comma 5 L. n. 241 del 1990 - si discute, peraltro, sulla natura dell'ordinanza emessa dal TAR sull'istanza incidentale, si contendono il campo la tesi che rinviene nella specie un'ordinanza istruttoria non appellabile e non eseguibili e la tesi che, al contrario, ritiene trattarsi di una decisione suscettibile di andare in giudicato e immediatamente eseguibile). Alternative al ricorso al TAR sono il ricorso al Difensore Civico con riguardo ai provvedimenti degli enti locali e il ricorso alla CADA sui provvedimenti assunti dalla PA.

Ecc.mo Tribunale Amministrativo Regionale del........................

Sez.................

Ricorso

Per il Sig........................., residente in...........................rappresentato e difeso dall'Avv.......................ed elettivamente domiciliato presso il Suo Studio in.............................giusta delega in calce al presente atto

contro

il Comune di.............................., in persona del Sindaco, con sede in.................Via.................n...............

e nei confronti del Sig....................., residente in...................Via...............n.....................

per l'annullamento e l'accertamento conseguente del diritto d'accesso dell'istante

del provvedimento di diniego emesso dal Comune di...............in data..............prot. n.................., comunicato in data.................dell'istanza ostensiva presentata in data....................

FATTO e DIRITTO

In data ......................, con riferimento alla procedura concorsuale cui il ricorrente ha partecipato giusta domanda del...............................il medesimo ricorrente ha formulato richiesta di accesso avente ad oggetto la documentazione concernente i requisiti di accesso del Sig...................................

Il Comune di..................................ha respinto l'istanza ostensiva con l'atto identificato in epigrafe in quanto l'atto oggetto dell'istanza ostensiva conterrebbe informazioni psicoattitudinali e sarebbe sottratto all'accesso giusta il disposto di cui all'art. 24, comma 1 L. n. 241 del 1990

La documentazione richiesta non concerne dati psicoattitudinali trattandosi invero di documenti comprovanti il possesso di requisiti tecinci e comunque l'istanza deve prevalere in quanto funzionalizzata alla tutela giudiziale di cui all'art. 24, comma 7 per l'impugnazione della graduatoria;

ciò premesso, il ricorrente, come sopra rappresentato e difeso chiede l'accoglimento delle seguenti

CONCLUSIONI

Voglia l'Ecc.mo Tribunale adito, nella Camera di Consiglio, annullare il provvedimento di diniego e disporre l'ostensione della documentazione richiesta con l'istanza e, cioè.............................................

In via istruttoria, si chiede che il Giudice acquisisca dall'amministrazione tutti gli atti del procedimento e, in particolare, i seguenti atti e documenti non in possesso del ricorrente...................

Si depositano i seguenti atti e documenti:

1 copia del provvedimento impugnato ;

2 copia dell'istanza ostensiva;

istanza di fissazione di udienza per la trattazione del merito (l'istanza di fissazione di udienza deve essere contenuta in atto separato dal ricorso al Tar);

DICHIARAZIONE DEL VALORE DEL PROCESSO AI FINI DEL CONTRIBUTO UNIFICATO

Al fine del versamento del contributo unificato per le spese di giustizia si dichiara che il valore della causa di merito è pari ad Euro.............................

.....................il............................

Avv..............................

Sig..............................




Segnala su OK Notizie!Reddit!Del.icio.us! Facebook!
 

CERCA ANCORA NEL SITO

Ricerca personalizzata