Ricerca























banner_domiciliazioni_largo_diritto_amministrativo.jpg
mod_vvisit_counterOggi739
mod_vvisit_counterDal 12/06/094376235
magistratura_esame_avvocato_2012_2013.jpg

domiciliazioniprevprof.jpg
























CERCA SU QUESTO SITO

Ricerca personalizzata

 

compendio_amministrativo_caringella.jpg compendio_amministrativo_casetta.jpg  corso_diritto_amministrativo_rocco_galli.jpg  manuale_diritto_amministrativo_chieppa_giovagnoli.jpg

 

MANUALI E COMPENDI DIRITTO AMMINISTRATIVO 2012
Galli - Caringella - Casetta - Giovagnoli - Garofoli
ORDINA ON LINE IL TUO TESTO

l'esercizio privato di pubbliche funzioni

Argomenti correlati

il funzionario di fatto

organi e uffici

l'ente pubblico

la competenza amministrativa

il rapporto organico e il rapporto di servizio

L'esercizio privato di publiche funzioni (munus) costituisce uno degli strumenti attraverso cui la PA realizza i suoi fini pubblici e si concretizza nell'esercizio di talune potestà pubbliche da parte di soggetti privati estranei all'amministrazione statale e  non costituenti organi di enti statali.

L'esercizio privato di pubbliche funzioni discende da specifiche previsioni di legge, al ricorrere di determinati presupposti di fatto o di diritto. Può, ad esempio, conseguire ad un determinato inquadramento lavorativo (si pensi al comandante di nave mercantile), al superamento di prove d'esame o concorsuali (si pensi alle pubbliche funzioni attribuite ad avvocati e notai) ad un atto concessorio della PA (si pensi alle concessioni di servizi ed alle concessioni di lavori pubblici) ad una determinata situazione di fatto nella quale si trovi coinvolto il cittadino (si pensi all'arresto del reo colto in flagranza di reato da parte del cittadino).

I presupposti essenziali dell'esercizio privato delle pubbliche funzioni sono:

la natura privata del soggetto che le esercita;

la titolarità di una determinata frazione di potestà pubbliche, al ricorrere di taluni presupposti;

la previsione di legge che stabilisca presupposti e limiti della potestà attribuita;

la sussistena di poteri di controllo in capo all'amministrazione.

Le funzioni assegnate possono essere di diversa natura; di norma accertative e sanzionatorie possono rivestire acnhe natura espropriativa.

Sotto il profilo della disciplina giuridica, gli atti compiuti nell'esercizio privato di pubbliche funzioni non sono riferibili all'amministrazione ma ai soggetti privati titolari del munus ne consegue che tali atti non sono di norma soggetti all'impugnativa giudiziale amministrativa e, sul piano risarcitorio e reintegratorio, di tali atti rispondono i soggetti privati che li hanno posti in essere.

Con riferimento alle concessioni di servizi, tuttavia, ove, nell'espletamento di tale attività, il concessionario ponga in essere atti incidenti su posizioni di interesse legittimo, viene ammessa l'impugnazione del provvedimento lesivo innanzi al GA e, in ogni caso, il concessionario è soggetto al rispetto della disciplina sull'accesso agli atti amministrativi di cui agli artt. 23 e ss della L. n. 241 del 1990.






Segnala su OK Notizie!Reddit!Del.icio.us! Facebook!
 

CERCA ANCORA NEL SITO

Ricerca personalizzata