Ricerca





















mod_vvisit_counterOggi1306
mod_vvisit_counterDal 12/06/095247803
























CERCA SU QUESTO SITO

Ricerca personalizzata

 

compendio_amministrativo_caringella.jpg compendio_amministrativo_casetta.jpg  corso_diritto_amministrativo_rocco_galli.jpg  manuale_diritto_amministrativo_chieppa_giovagnoli.jpg

 

MANUALI E COMPENDI DIRITTO AMMINISTRATIVO 2012
Galli - Caringella - Casetta - Giovagnoli - Garofoli
ORDINA ON LINE IL TUO TESTO

il rito camerale nel processo amministrativo
I giudizi in camera di consiglio davanti al giudice amministrativo a seguito dell'entrata in vigore del codice del processo amministrativo e dopo il decreto correttivo; i casi e i termini del processo camerale, le esclusioni per i giudizi cautelari e per il giudizio sull'accesso
 
Nel processo amministrativo, il rito camerale si applica nei casi tassativamente previsti e, cioè:

a) nei giudizi cautelar i ed in quelli relativi all'esecuzione delle misure cautelari collegiali;

b) nei giudizi in materia di silenzio ;

c) nei giudizi in materia di accesso ai documenti amministrativi;

d) nei giudizi di ottemperanza ;

e) nei giudizi di opposizione ai decreti che pronunciano l'estinzione o l'improcedibilità del giudizio.

Con riguardo al rito camerale, la novità di maggior rilievo è costituita dall'espressa previsione dei termini modellati sulla falsa riga di quelli del processo amministrativo ordinario con riduzioni.

Al riguardo, deve, però, sottolinearsi che la disciplina dei termini non si applica ai giudizi cautelari che prevedono una diversa disciplina ad hoc.

Per gli altri giudizi trattati in camera di consiglio si applicano i termini del giudizio ordinario ridotti della metà e dalla riduziuone, analogamente a quanto previsto per il rito abbreviato, sono esclusi i termini per la notificazione del ricorso introduttivo, del ricorso incidentale e dei motivi aggiunti.

In materia di accesso, tuttavia, l'art. 116 comma 1 del cpa prevede che il dimezzamento dei termini si estende anche alla notificazione del ricorso principale, del ricorso incidentale e dei motivi aggiunti (l'art. 87 cpa, infatti, tra le eccezioni all'applicazione dei termini da esso individuati, contampla i cautelari e il rito sull'accesso di cui all'art. 116 cpa).

Tutti gli ulteriori termini del rito camerale sono ridotti della metà e, di conseguenza

a) il termine per il deposito del ricorso principale dell'incidentale e dei motivi aggiunti è quello di trenta giorni dal perefezionamento dell'ultima notifica

b) il termine di costituzione è di trenta giorni dal perfezionamento nei propri confronti della notificazione del ricorso

c) la camera di consiglio si tiene nella prima data utile decorsi sessanta giorni dalla notificazione del ricorso;

d) la nomina del relatore deve avvenire quindici giorni prima dell'udienza ed è consentita la produzione di documenti fino a venti giorni liberi prima della camera di consiglio, la produzione di memorie fino a quindici giorni liberi prima della camera di consiglio e repliche scritte fino a dieci giorni liberi prima della camera di consiglio.




Segnala su OK Notizie!Reddit!Del.icio.us! Facebook!
 

CERCA ANCORA NEL SITO

Ricerca personalizzata