Ricerca





















mod_vvisit_counterOggi78
mod_vvisit_counterDal 12/06/095189807
























CERCA SU QUESTO SITO

Ricerca personalizzata

 

compendio_amministrativo_caringella.jpg compendio_amministrativo_casetta.jpg  corso_diritto_amministrativo_rocco_galli.jpg  manuale_diritto_amministrativo_chieppa_giovagnoli.jpg

 

MANUALI E COMPENDI DIRITTO AMMINISTRATIVO 2012
Galli - Caringella - Casetta - Giovagnoli - Garofoli
ORDINA ON LINE IL TUO TESTO

comunicazione avvio procedimento
Indice articolo
comunicazione avvio procedimento
Pagina 2
 
 
 
 
comunicazione di avvio del procedimento in materia espropriativa - è valida nei confronti del proprietario catastale

Autorità:  Consiglio Stato  sez. IV
Data:  22 gennaio 2010
Numero:  n. 209


La  comunicazione  di  avvio  del  procedimento espropriativo, che deve precedere l'atto dichiarativo della pubblica utilità, deve essere notificata al solo proprietario catastale dell'area interessata, non essendo l'Amministrazione tenuta a svolgere alcuna indagine per identificare l'eventuale diverso proprietario effettivo.

abusi edilizi e comunicazione avvio del procedimento - in considerazione dell'urgenza non è necessaria la comunicazione

Autorità:  T.A.R.  Napoli  Campania  sez. IV
Data:  28 dicembre 2009
Numero:  n. 9607



Gli atti di repressione degli abusi edilizi hanno natura urgente e strettamente vincolata (essendo dovuti in assenza di titolo per l'avvenuta trasformazione del territorio), con la conseguenza che, ai fini della loro adozione, non sono richiesti apporti partecipativi del soggetto destinatario.

comunicazione di avvio del procedimento e provvedimenti vincolati

Autorità:  T.A.R.  Napoli  Campania  sez. VIII
Data:  18 novembre 2009
Numero:  n. 7633



L'obbligo di  comunicazione  dell'  avvio  del  procedimento amministrativo ex art. 7, l. n. 241 del 1990 è strumentale ad esigenze di conoscenza effettiva e, conseguentemente, di partecipazione all'azione amministrativa da parte del cittadino nella cui sfera giuridica l'atto conclusivo è destinato ad incidere, in modo che egli sia in grado di influire sul contenuto del provvedimento. Pertanto, l'omissione di tale formalità non vizia il  procedimento  solo quando il contenuto di tale atto sia interamente vincolato, pure con riferimento ai presupposti di fatto, nonché tutte le volte in cui la conoscenza sia comunque intervenuta, si da ritenere già raggiunto in concreto lo scopo cui tende siffatta  comunicazione . Viceversa, la  comunicazione  di  avvio  del  procedimento si appalesa necessaria, con conseguente illegittimità degli atti gravati, nel caso - come quello di specie - contraddistinto dall'esercizio di un potere sostanzialmente discrezionale da parte dell'Amministrazione nell'erogazione dei finanziamenti che dipende dalla valutazione dell''attività dei patronati e dalla loro organizzazione in relazione all'estensione ed efficienza degli istituti medesimi, al fine di consentire al patronato di svolgere un'efficace attività partecipativa, anche nell'ottica della collaborazione con l'Amministrazione.

omessa comunicazione di avvio del procedimento - l'onere della prova ex art. 21 octies

Autorità:  T.A.R.  Roma  Lazio  sez. III
Data:  05 novembre 2009
Numero:  n. 10849


La norma di cui all'art. 21-octies, comma 2, della l. n. 241/1990, secondo cui è escluso l'annullamento del provvedimento adottato in mancanza di  comunicazione  di  avvio  del  procedimento se viene dimostrato in giudizio che il contenuto del provvedimento non avrebbe potuto essere diverso da quello in concreto adottato, non va interpretata nel senso che l'enunciata "dimostrazione" deve essere necessariamente fornita in giudizio a cura dell'amministrazione che ha adottato il provvedimento, dovendo in mancanza il giudice accertare in via officiosa l'incidenza dell'omissione della garanzia procedimentale sul contenuto del provvedimento impugnato.
 
 
Comunicazione avvio procedimento in sede concorsuale

Autorità:  T.A.R.  Genova  Liguria  sez. II
Data:  04 novembre 2009
Numero:  n. 3114


Il provvedimento di decadenza dalla nomina a vigile del fuoco per mancata presentazione in servizio nel termine prefisso non consegue ad un autonomo sub-  procedimento  avente connotati di autonomia e specialità rispetto all'unico  procedimento concorsuale finalizzato all'assunzione in servizio dei vincitori, il quale, essendo avviato ad istanza di parte, non richiede la  comunicazione  di  avvio  del  procedimento rispetto ai singoli provvedimenti (esclusione per mancanza dei requisiti, esclusione per mancato superamento delle prove d'esame, decadenza dalla nomina per mancata presentazione in servizio nel termine prefisso, etc.) che concludono le varie fasi della procedura.

comunicazione di avvio del procedimento in sede di gara - deve escludersi in relazione ai subprocedimenti

Autorità:  Consiglio Stato  sez. V
Data:  03 settembre 2009
Numero:  n. 5171

L'esclusione da gara pubblica dell'aggiudicataria provvisoria, a conclusione della verifica del possesso dei requisiti da essa autocertificati, non deve essere preceduta dalla  comunicazione  di  avvio  del  procedimento  atteso che tale verifica rientra nell'unitario  procedimento  di gara in corso, del quale i partecipanti sono già a conoscenza.


comunicazione di avvio del procedimento - sono ammessi gli atti equipollenti e la sanatoria

Autorità:  Consiglio Stato  sez. VI
Data:  19 agosto 2009
Numero:  n. 4987

L'avviso di avvio del procedimento ammette equipollenti e inoltre la sua omissione può essere sanata a determinate condizioni (nel caso di specie, l'ordine di ripristino è stato preceduto non solo da un verbale di accertamento di contravvenzione in cui la parte viene resa edotta che sarebbe stato emesso ordine di rimozione in caso di mancata rimozione spontanea, ma anche da una precedente nota del Consorzio, in cui si invita la proprietà a rimuovere l'imbarcazione).




Segnala su OK Notizie!Reddit!Del.icio.us! Facebook!


 

CERCA ANCORA NEL SITO

Ricerca personalizzata