Ricerca























banner_domiciliazioni_largo_diritto_amministrativo.jpg
mod_vvisit_counterOggi277
mod_vvisit_counterDal 12/06/094172525
magistratura_esame_avvocato_2012_2013.jpg

domiciliazioniprevprof.jpg
























CERCA SU QUESTO SITO

Ricerca personalizzata

 

compendio_amministrativo_caringella.jpg compendio_amministrativo_casetta.jpg  corso_diritto_amministrativo_rocco_galli.jpg  manuale_diritto_amministrativo_chieppa_giovagnoli.jpg

 

MANUALI E COMPENDI DIRITTO AMMINISTRATIVO 2012
Galli - Caringella - Casetta - Giovagnoli - Garofoli
ORDINA ON LINE IL TUO TESTO

La competenza dei TAR ex artt. 2 e 3 Legge TAR

Argomenti correlati

la procedura dinanzi al TAR

la competenza territoriale dei TAR

il procedimento cautelare 

un modello di ricorso al TAR

modello ricorso al TAR con istanza cautelare

la procedura accelerata ex art. 23 bis

i motivi aggiunti

il giudizio di ottemperanza

il ricorso al Capo dello Stato

la domanda riconvenzionale nel giudizio amministrativo

 

I criteri per l'individuazione della competenza dei TAR sono indicati agli artt. 2 e 3 della L. n. 1034 del 1971

Il TAR ha competenza generale a decidere sui ricorsi per incompetenza, eccesso di potere e violazione di legge contro atti e provvedimenti degli enti pubblici non territoriali e territoriali nonchè avverso atti e provvedimenti degli organi centrali e periferici dello Stato.


A mente dell'art. 2 della Legge TAR, il primo criterio per l'individuazione della competenza  territoriale dei TAR è quello della sede dell'ente o dell'organo emanante.

E precisamente, con riferimento agli atti e i provvedimenti degli organi periferici dello Stato e degli enti pubblici a carattere ultraregionale, la competenza spetta al TAR nella cui circoscrizione ha sede l'organo o l'ente pubblico; con riferimento agli atti e ai provvedimenti degli enti pubblici non territoriali, la competenza spetta al TAR nella cui circoscrizione hanno sede sempre che nei limiti di tale circoscrizione esercitino la loro attività. Con riferimento agli enti pubblici territoriali, la competenza spetta al TAR nella cui circoscrizione ha sede l'ente.

L'art. 3 della Legge TAR indica criteri ulteriori per l'individuazione della competenza dei TAR  con riferimento agli atti e ai provvedimenti degli organi centrali dello Stato e di enti pubblici a carattere ultraregionale.

Se l'atto e il provvedimento ha, in tali ipotesi, efficacia limitata alla circoscrizione di un Tribunale amministrativo regionale, la competenza spetta a tale TAR così come nel caso in cui si tratti di una controversia relativa a pubblici dipendenti in servizio, alla data dell'emissione dell'atto, presso uffici aventi sede presso la circoscrizione del medesimo TAR.

I criteri di cui agli artt. 2 e 3 possono porsi in contraddizione dando esiti differenti in ordine all'individuazione della competenza territoriale del TAR. Secondo parte della dottrina il criterio cui attribuire prevalenza sarebbe quello dell'area di efficacia dell'atto mentre, secondo la prevalente giurisprudenza, sarebbe quello della sede dell'ente.
 
In ogni caso, l'incompetenza territoriale del TAR, a mente dei richiamati artt. 2 e 3, non poteva essere rilevata d'ufficio ed era derogabile e, ove non eccepita, non poteva costituire motivo di gravame.Con il nuovo codice del processo amministrativo, sono stati mantenuti i previgenti criteri di identificazione della competenza territoriale dei TAR , all'art. 13 (D.Lgs. n 104/2010 all n 1) ma è stata sancita l'inderogabilità della competenza territoriale e la conseguente rilevabilità d'ufficio della stessa da parte del Giudice che non potrà decidere l'istanza cautelare eventualmente proposta qualora si ritenga incompetente (si vedano, in tal senso, gli artt. 15 e 16 del codice )
 
L'eccezione d'incompetenza territoriale va  promossa mediante istanza di regolamento di competenza da notificare alle altre parti finchè la causa non viene decisa in primo grado e da depositare, unitamente ai documenti utili alla decisione, nella segreteria del Consiglio di Stato, entro 15 giorni dall'ultima delle notificazioni.

Artt. 2 e 3 della L. n. 1034 del 1971

ISTITUZIONE E COMPETENZE DEI TRIBUNALI AMMINISTRATIVI REGIONALI

Art. 2.
Il tribunale amministrativo regionale decide:
a) sui ricorsi già attribuiti dagli articoli 1 e 4 del testo unico approvato con regio decreto 26 giugno 1924, n. 1058, e successive modificazioni, alla giunta provinciale amministrativa in sede giurisdizionale;
b) sui ricorsi per incompetenza, per eccesso di potere o per violazione di legge contro atti e provvedimenti emessi:
1) dagli organi periferici dello Stato e degli enti pubblici a carattere ultraregionale, aventi sede nella circoscrizione del tribunale amministrativo regionale;
2) dagli enti pubblici non territoriali aventi sede nella circoscrizione del tribunale amministrativo regionale e che esclusivamente nei limiti della medesima esercitano la loro attività;
3) dagli enti pubblici territoriali compresi nella circoscrizione del tribunale amministrativo regionale.

 Art. 3.
Sono devoluti alla competenza dei tribunali amministrativi regionali i ricorsi per incompetenza, eccesso di potere o violazione di legge contro atti e provvedimenti emessi dagli organi centrali dello Stato e degli enti pubblici a carattere ultraregionale.
Per gli atti emessi da organi centrali dello Stato o di enti pubblici a carattere ultraregionale, la cui efficacia è limitata territorialmente alla circoscrizione del tribunale amministrativo regionale, e per quelli relativi a pubblici dipendenti in servizio, alla data di emissione dell'atto, presso uffici aventi sede nella circoscrizione del tribunale amministrativo regionale la competenza è del tribunale amministrativo regionale medesimo.
Negli altri casi, la competenza, per gli atti statali, è del tribunale amministrativo regionale con sede a Roma; per gli atti degli enti pubblici a carattere ultraregionale è del tribunale amministrativo regionale nella cui circoscrizione ha sede l'ente.

Argomenti correlati

la procedura dinanzi al TAR

la competenza territoriale dei TAR

il procedimento cautelare 

un modello di ricorso al TAR

modello ricorso al TAR con istanza cautelare

la procedura accelerata ex art. 23 bis

i motivi aggiunti

il giudizio di ottemperanza

il ricorso al Capo dello Stato

la domanda riconvenzionale nel giudizio amministrativo

 

 

 





Segnala su OK Notizie!Reddit!Del.icio.us! Facebook!
 

CERCA ANCORA NEL SITO

Ricerca personalizzata